• Pavia:

Elezioni, il Pd pavese ha scelto per la Regione. Non senza polemiche

Il Pd pavese ha scelto, non senza polemiche, i suoi quattro candidati per il Pirellone ed ora sarà compito del piano regionale ratificare i nomi. Toccherà al consigliere uscente Giuseppe Villani e al commercialista vigevanese Pietro Carlomagno occupare le due caselle maschili mentre l’avvocato Manila Filella e Cristina Varesi, vicesindaco di Broni, saranno le quote rosa democratiche. Nessuna sorpresa dalla direzione regionale che prenderà atto dei nomi forniti certificando, di fatto, la candidatura. Ma non sono mancate le polemiche per le esclusioni, alcune delle quali eccellenti. Basti pensare al vicepresidente della Provincia Milena D’Imperio, vittima, secondo fonti interne al partito democratico, del triangolo Alan Ferrari, Chiara Scuvera e Giuseppe Villani che avrebbe spinto per Manila Filella garantendosi un reciproco sostegno. Villani sosterrà la campagna elettorale dei due parlamentari, in cambio di un candidato, Manila Filella, giudicato meno pericolo e competitivo del vicepresidente della Provincia. Ma le polemiche hanno riguardato anche l’esclusione del sindaco di Torre d’Isola Roberto Veronesi, caldeggiato soprattutto dall’ex assessore di Pavia Davide Lazzari. Al netto delle polemiche, ad ogni modo, le scelte sono state compiute. Resta ancora qualche punto di domanda sui candidati a Camera e Senato su cui l’ultima parola spetta alla direzione nazionale. In questo caso il nome di Daniele Bosone, più volte citato per Senato e Regione, potrebbe a sorpresa finire tra i candidati alla Camera.