• Pavia:

Vigevano, terrore in casa per un anziana vittima di rapina

Erano entrati con le chiavi di casa, rubate con un’abile stratagemma, e avevano fatto vivere momenti di autentico terrore a un’anziana. Per questo motivo un tunisino di 20 anni e due italiane di 18 e 20 anni sono stati denunciati dai carabinieri. Nonostante la giovane età, si sono mostrati criminali spietati e non si sono fatti remore a minacciare una 70enne in piena notte in casa sua. Il tutto era successo pochi giorni prima di Natale, il 19 dicembre, ma la notizia era stata tenuta segreta fino alla conclusione delle indagini. Nel pomeriggio i tre avevano suonato il campanello dell’abitazione dell’anziana, che vive sola in un alloggio di corso Milano, e con la scusa di chiedere delle informazioni erano riusciti a intrufolarsi e a rubare le chiavi di casa. Nella notte, poi, la rapina. A entrare, verso le due, sarebbe stato il tunisino, con le due giovani italiane che sarebbero rimaste fuori a fare da palo. Il 20enne si era presentato nella camera da letto e aveva svegliato l’anziana, puntandole contro un coltello e intimandole di consegnare tutti i valori. La signora non aveva potuto fare altro che obbedire e dare al rapinatore denaro contante, gioielli e anche una carta di credito che poi la banda ha utilizzato per effettuare alcuni pagamenti. Tutti e tre, al momento della rapina, avevano il volto coperto, ma evidentemente la vittima era riuscita a collegare la strana visita del pomeriggio con quanto avvenuto la notte successiva ed era riuscita a fornire ai carabinieri gli elementi utili per aprire le indagini. Dopo un mese esatto i militari guidati dal capitano Emanuele Barbieri hanno chiuso l’operazione. I tre giovanissimi sono stati trovati in possesso di droga che utilizzavano per uso personale. Le accuse nei loro confronti sono di rapina, furto, ricettazione e utilizzo fraudolento di strumenti di pagamento.