• Pavia:

Le fermano in auto e le rapinano: 19enni nel terrore. Arrestato un marocchino

Fermato e arrestato presso il carcere di Lodi anche il secondo rapinatore che aveva seminato il terrore, rapinandole, in due ragazze 19enni nel Pavese. I carabinieri di Pavia a parziale conclusione delle indagini  scaturite in seguito alle rapine avvenute recentemente sulle strade del pavese ed all’arresto di un complice hanno messo le manette ai polsi anche ad un cittadino marocchino 25enne, in Italia senza fissa dimora, gravato da precedenti di polizia, ritenuto responsabile unitamente ad un complice, di una rapina a mano armata nei confronti di due donne 19enni pavesi, avvenuta la notte del 4 gennaio a Bornasco. Le due ragazze stavano percorrendo a bordo di una Fiat 500 Via Misano Olona quando sono state bloccate da un veicolo con due soggetti i quali, dopo aver puntato loro  delle pistole, si erano impadroniti dei loro averi nonché della loro auto, successivamente recuperata. Subito le indagini che hanno visto impegnati i Carabinieri di pavia con la collaborazione dell’Arma milanese e del lodigiano. Oltre ad aver consentito di  arrestare il primo malvivente, l’operazione è continuata nel pomeriggio del 4 gennaio scorso con un controllo presso un’abitazione di San Colombano al Lambro, nei pressi della quale avevano notato una vettura Fiat Panda, provento di furto. Nel corso del controllo i militari dell’Arma lodigiana avevano bloccato il marocchino 25enne che aveva cercato di darsi alla fuga aggredendo i  Carabinieri. I militari successivamente lo hanno tratto in arresto per la ricettazione del veicolo rubato e resistenza a P.U.. Nel corso della perquisizione  erano state altresì rinvenute due pistole semiautomatiche “scacciacane” senza tappo rosso, occultate in un mobiletto, verosimilmente utilizzate nell’azione delittuosa. Le attività investigative procederanno senza sosta anche nei prossimi giorni per identificare eventuali complici.