• Pavia:

Vigevano, vivono senza bagno e fogna. Famiglia sgomberata

È terminato lo sgombero della palazzina al numero 125 di via Fossana. Una lunga trafila portata avanti dalla polizia locale di Vigevano, che era intervenuta più volte a seguito di segnalazioni per constatare la presenza di abusivi. Nel settembre del 2017 il sindaco Sala aveva firmato un’ordinanza di sgombero a seguito delle gravi carenze igienico sanitarie che erano state riscontrate dai tecnici dell’Ats durante vari sopralluoghi. A occupare la palazzina erano stati due nuclei famigliari di origini rumene, che hanno fatto fagotto e se ne sono andati. Gli ultimi sono partiti nei giorni scorsi. Le condizioni in cui si trovavano gli alloggi erano pessime. Un esempio su tutti: la casa non è allacciata alla fognatura, per cui i liquami venivano scaricati in strada e nella campagna circostante. In zona, a testimonianza di ciò, si sente un forte odore sgradevole. La palazzina è formata da nove appartamenti, i proprietari sono diversi: alcuni stranieri, altri residenti fuori Vigevano. Rintracciarli tutti non è stato facile, ma alla fine il Nucleo Problemi del Territorio della Polizia Locale ha completato il suo compito. Andati via gli occupanti, però, non sono finiti i problemi. Le due famiglie rumene, infatti, hanno lasciato nello stabile i loro due cani, che adesso si trovano in stato di completo abbandono. Le persone che abitano nelle case vicine stanno portando loro da mangiare, ma è evidente che non si potrà continuare con questa situazione. Uno dei due animali, inoltre, è incinta, e fra poco arriverà un’ulteriore cucciolata. La questione, dunque, nonostante lo sgombero abbia sicuramente lenito i problemi della zona, non è ancora del tutto risolta.