• Pavia:

Pavia, picchia la compagna ed insulta la madre. Poi aggredisce i poliziotti: 54enne arrestato

Picchia la compagna, insulta la madre e alla vista dei poliziotti aggredisce anche loro. Una serata di follia quella del 54enne arrestato ieri sera dagli uomini della squadra Volante della Questura di Pavia. Gli agenti sono intervenuti dopo la chiamata di una signora, preoccupata per l'atteggiamento del figlio. Una volta arrivati all'interno dell'appartamento, i poliziotti hanno trovato la vittima, una 51enne, ferita al volto, al collo e alle gambe. Nella casa era presente anche la madre dell'uomo, che aveva chiamato il 112 poco prima. Quanto il 54enne si è reso conto che era stato richiesto anche l'intervento del 118 ha perso completamente la testa. Prima ha insultato la moglie e l'ha spinta fuori dall'appartamento con un calcio alla schiena, poi - quando gli agenti sono intervenuti per calmarlo - ha aggredito anche loro. Nonostante fossero presenti ben 4 poliziotti, l'uomo ha continuato a mantenere un atteggiamento aggressivo, cercando di colpirli con calci e pugni e minacciandoli di morte. Alla fine, dopo averlo bloccato, gli agenti hanno provato a portarlo fuori dall'appartamento ma il 54enne ha iniziato a prendere a testate un muro, ferendosi il volto e la bocca, ed ha poi colpito due di loro. Vista la situazione, gli agenti lo hanno ammanettato e trascinato in Questura per gli accertamenti del caso. L'uomo, che risultava essere già stato sottoposto al divieto di avvicinamento alla compagna, è stato tratto quindi in arresto per violenza privata, resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale. Il 23 gennaio il 54enne andrà a processo per direttissima. L'uomo si trova ora in carcere a Torre del Gallo.