• Pavia:

Pavia: la nuova fermata della S13 e il sottopasso pronti nel 2021… se non ci saranno ritardi

Dagli annunci dei giorni scorsi ai fatti: quanto tempo ci vorrà per vedere realizzate la nuova fermata dell’S13 ed il sottopasso di San Giovannino? Molto, moltissimo tempo a giudicare da quanto riferito dagli uffici. Dopo la presentazione in grande stile con i vertici del Policlinico San Matteo, ora bisogna fare i conti infatti con la pianificazione dei lavori e con i tempi della burocrazia.

Nelle scorse ore il sindaco Depaoli è stato a Roma per sottoscrivere la convenzione del Bando Periferie, il contributo economico del governo che porterà a Pavia 7,5 milioni di euro per interventi di riqualificazione urbanistica. Tra le opere indicate dall’amministrazione, il nuovo sottopasso di San Giovannino che potrà essere completato, se tutto filerà liscio, non prima dell’autunno del 2020, in pratica tre anni. La convenzione sottoscritta dal sindaco Depaoli sarà  mandata ora alla Corte dei Conti che dovrà verificare la copertura economica dell’opera. Dopo il via libera, il cronoprogramma prevede due mesi per la stesura del progetto, quattro per assegnare i lavori e trenta mesi per finire l’intervento. Se tutto va bene, insomma, il nuovo sottopasso sarà realizzato non prima della fine del 2020. Secondo quanto riferito dagli uffici però nessun rilievo sulla zona di San Giovannino è stato ancora messo in campo.

Ancora più complicata è la situazione della nuova fermata della linea S13 in zona stadio. In questo caso il Mezzabarba ha illustrato la propria volontà di realizzare la nuova stazione ma il contatto dovrà essere portato avanti tra Regione Lombardia e ferrovie. Nella migliore delle ipotesi, quindi, se non vi saranno intoppi, l’opera potrà essere completata, secondo cronoprogramma,  non prima dell’aprile del 2021.