• Pavia:

Uno spruzzo di neve e i treni vanno in tilt, disagi per i pendolari

Di neve, in fondo, non ne è poi caduta molta. Solo qualche centimetro nel pavese, poco di più in provincia di Milano. Eppure, nonostante la situazione fosse tutt'altro che critica, è stata comunque una mattinata da incubo per i pendolari che ogni giorno devono prendere il treno per arrivare a lavoro. Questa è la situazione attorno alle 8 alla stazione di Pavia: regionali in ritado di un'ora, oppure sovraffollati, tanti disagi e pure qualche soppressione. Nemmeno l'S13, il passante che collega il nostro capoluogo a Milano Bovisa, ha garantito il servizio. Il treno delle 7.53 è stato cancellato e nel primo utile si viaggiava così, tutti in piedi e stretti come sardine. Stessa situazione praticamente ovunque in provincia, da Voghera -anche qui sui tabelloni si leggono i ritardi della stragrande maggioranza dei treni, a Vigevano, dove un treno è stato soppresso e i seguenti segnavano diversi minuti di ritardo. Risultato, pendolari ammassati su una banchina dimezzata e un inizio di settimana sicuramente da dimenticare.