• Pavia:

Archivi categoria : Cronaca

Voghera, identificata la vandala di via Kennedy

E’ stata acciuffata la vandala che da tempo danneggiava le automobili parcheggiate nella zona di via Kennedy a Voghera. Si tratta di una donna etiope di 40 anni, colta sul fatto dalla Polizia. Una pattuglia di passaggio l’ha notata mentre si avvicinava con qualcosa in mano ad una vettura in sosta. Una volta fermata, la…
Per saperne di più

Operazione “Meucci”: evasi 7 milioni di euro, 5 arresti e 12 denunce

Cinque persone arrestate, altre dodici denunciate, un commercialista interdetto dalla professione. Questo il bilancio dell’operazione “Meucci”, che ha visto la sua fase operativa questa mattina. Le indagini, coordinate dalla Procura di Pavia e portate avanti dalla Guardia di Finanza di Pavia e dalla Direzione Centrale Accertamento dell’Agenzia delle Entrate ha permesso di scoprire una vasta…
Per saperne di più

Due auto incendiate a Vigevano e Stradella, ipotesi dolosa

Due auto incendiate, dinamiche diverse ma collegate da una possibile origine dolosa. Il primo incendio si è verificato nella notte tra giovedì e venerdì in via del Carmine a Vigevano. Nel video girato da una residente si vedono i pompieri al lavoro per domare le fiamme che hanno lambito alcune vetture. Nei commenti si legge…
Per saperne di più

Voghera, è morto il pensionato trovato avvolto dalle fiamme sul greto del torrente

Voghera. Il fumo che si leva dal greto del torrente Staffora in secca. Poi l’allarme ai vigili del fuoco che però, quando arrivano, trovano un’orribile sorpresa: nel rogo di sterpaglie c’è un uomo avvolto dalle fiamme privo di conoscenza. Attorno alle 13 di giovedì, in via Zanardi Bonfiglio, arrivano polizia, carabinieri e ambulanze. I medici si prodigano per salvarlo, lo intubano e lo portano fino allo stadio, dove l’uomo, con ustioni gravissime sul 90% del corpo, viene affidato ai colleghi che lo trasportano con l'elisoccorso all’ospedale di Torino. Qui però, lo sfortunato è deceduto nel pomeriggio.

Le prime informazioni parlano di un senzatetto che aveva trovato rifugio in alcune baracche in riva allo Staffora. Solo nelle ore successive si scopre la vera identità della vittima: si tratta di un pensionato di 90 anni residente in via Emilia, Andrea Zuppanelli, regolarmente residente a Voghera. In tasca aveva le chiavi del suo appartamento di via Emilia.

Secondo gli inquirenti l’uomo non era abbandonato a se stesso, aveva una nipote e si recava regolarmente in farmacia per acquistare medicinali. Ed è da qui che partiranno le indagini per cercare di ricostruire le ultime ore di vita del pensionato. Indagini che non escludono al momento alcuna ipotesi. In quella zona dello Staffora ci sono bivacchi e tracce di un piccolo accampamento, un tavolino di plastica, una sdraio, un vecchio secchio di vernice capovolto, scarpe, stracci e un sacchetto di carbonella che potrebbe forse aver provocato l’incendio.

Ma resta da chiarire il perché un uomo tanto anziano si sia portato, in piena estate, in luogo simile o ancora, l’eventuale presenza di altre persone, testimoni della tragedia. La zona infatti – hanno spiegato alcuni residenti – è spesso frequentata da sbandati che su muovono nell'ombra.

Giussago, picchiava e minacciava di morte la moglie: condannato

La picchiava con calci e pugni, la minacciava di morte e la costringeva a subire umiliazioni e violenze quasi ogni giorno. Un incubo durato sei anni per la vittima, una 31enne che nel settembre del 2012 si era ribellata, rivolgendosi alle forze dell'ordine e denunciando il compagno di 34 anni, originario della Sicilia. La coppia,…
Per saperne di più

Processo Bozzole, l’imputato Savu non si presenta a testimoniare

Tutti lo aspettavano, ma alla fine non si è presentato. Flavius Savu è il grande assente dell’udienza del processo sui presunti ricatti di natura sessuale ai danni dell’ex rettore del Santuario delle Bozzole don Gregorio Vitali. Assieme al complice Florian Tanasie (da tempo irreperibile), l’imputato era chiamato al banco dei testimoni ma, seppure fosse rimasto…
Per saperne di più

Vigalfo, l’aggressore: “Volevo solo spaventarlo”

"Volevo solo spaventarlo e non fargli del male". Questa, in sostanza, la difesa di Mario Turturo, il 39enne di Vigalfo accusato di tentato omicidio per aver dato fuoco a un vicino di casa, Giuseppe Quinci, dopo avergli gettato addosso del liquido infiammabile. Turturo è stato interrogato questa mattina dal giudice per le indagini preliminari del…
Per saperne di più