• Pavia:

Piana ceduta ad OMR, sindacati chiedono un incontro urgente

È stata perfezionata oggi la cessione alla Omr della Piana Spa, l’azienda metalmeccanica stradellina che nei mesi scorsi è entrata in una crisi che faceva temere per il futuro degli oltre 70 dipendenti. Timori legati al mancato ritiro della procedura di mobilità che, però, i nuovi proprietari delle officine meccaniche righi di piacenza nel giorno dell’acquisizione formale, già peraltro ampiamente annunciata, hanno voluto smorzare. “Pensiamo al rilancio dell’azienda e al ripristino progressivo dei livelli occupazionali attuali” - ha spiegato la società – e in questo senso dovrebbero essere fondamentali le capacità dei lavoratori che già operano sui macchinari presenti. Anche perchè, sempre secondo l’azienda, per la Omr l’acquisto della Piana rappresenta un’operazione strategica che da una parte permetterà al gruppo di raddoppiare la capacità produttiva, dall’altra di completare la gamma dei prodotti da immettere sul mercato. Con l’acquisizione della Piana, le officine meccaniche righi potranno contare su 4 stabilimenti produttivi: oltre a quello di Stradella che fino ad oggi ha dato lavoro a 73 addetti (anche di più in passato), ci sono quelli di Castel San Giovanni, Borgonovo Valtidone e Gazzola, tutti nel piacentino e che occupano in totale 220 operatori.