• Pavia:

Pavia, chiusa la vertenza Marvell: salvi i 78 lavoratori

E' la conclusione positiva di una vicenda che per settimane aveva acceso il dibattito politico cittadino. Con l'ultimo incontro al Ministero dello Sviluppo Economico, tenutosi ieri, si può ufficialmente dichiarare chiusa la vertenza Marvell, l'azienda di Pavia che aveva annunciato il licenziamento in blocco dei dipendenti e l'abbandono delle attività produttive in città. Ad oggi tutti e 78 i lavoratori a rischio sono stati riassorbiti dalle tre nuove multinazionali che hanno deciso di venire ad investire a Pavia in un settore, quello della microelettronica, fortemente innovativo. Non è escluso inoltre, commenta in una nota la Cgil, che in futuro si vengano a creare nuovi posti di lavoro. "Pavia ha tirato fuori il meglio di se’ - prosegue la nota - ha dimostrato capacità e volontà di mantenere e valorizzare le proprie eccellenze. Crediamo che l'esito di questa vertenza interessi tutti, dall'ingegnere all'operaio, al commerciante. Perché quel settore può rappresentare per il territorio "la mente" di un nuovo tipo di sviluppo, legato al futuro, alla produzione 4.0 e all'Internet delle cose. Alle istituzioni del territorio chiediamo questo impegno, perché questo racconto non deve essere la conclusione di un percorso, ma l'inizio di una storia nuova che riattivi lo sviluppo locale, che generi percorsi virtuosi che a catena si ripercuotano su tutto il sistema, dalla produzione ai servizi, per ricreare occupazione e per dare opportunità di lavoro e di futuro ai nostri giovani."