• Pavia:

Operazione “Meucci”: evasi 7 milioni di euro, 5 arresti e 12 denunce

Cinque persone arrestate, altre dodici denunciate, un commercialista interdetto dalla professione. Questo il bilancio dell’operazione “Meucci”, che ha visto la sua fase operativa questa mattina. Le indagini, coordinate dalla Procura di Pavia e portate avanti dalla Guardia di Finanza di Pavia e dalla Direzione Centrale Accertamento dell’Agenzia delle Entrate ha permesso di scoprire una vasta frode fiscale. Le accuse sono anche di riciclaggio. Si sono calcolati 7 milioni di euro evasi al fisco, per cui il gip ha ordinato parimenti un sequestro di beni pari a 7 milioni agli indagati. Il meccanismo era quello classico delle false fatturazioni, per cui erano state create delle società al solo scopo di emettere falsi crediti che poi, tramite un’altra società che faceva da filtro, figuravano come uscite delle aziende riconducibili agli indagati. La particolarità era che alcuni commercialisti avevano suggerito ai loro assistiti di pagare tasse e contributi dividendo gli importi: ne scaturivano centinaia di F24, ma tutti sotto ai 5.000 euro. In questo modo si potevano pagare con l’home banking e non attraverso l’Agenzia delle Entrate, evitando alcuni controlli.