• Pavia:

Asm Pavia, Lazzati (Federmanager): “Confusione innescata volontariamente da Bianchi”

"Una fase di incertezza e confusione innescata volontariamente dall’ex presidente Duccio Bianchi". Non si placano le polemiche sulle recenti vicende di Asm Pavia. L’ultimo a prendere posizione, in ordine temporale, è il presidente di Federmanager Pavia Edoardo Lazzati. Un’uscita che si è resa necessaria dopo il duro scontro tra il presidente dimissionario Bianchi ed il consigliere Stefano Spagoni, proposto per il cda due anni fa proprio da Federmanager e scelto dal sindaco Depaoli. "Non sono chiare - spiega Lazzati - le motivazioni del Presidente o ex presidente che attribuisce le dimissioni a presunte interferenze della politica nella gestione. Ma da parte di chi?" La domanda rimasta sospesa.

Peraltro occorrerebbe il coraggio di respingerle pubblicamente se esistenti, e “tirare dritto” - continua Lazzati - dimostrando concretamente i risultati. Non è soprattutto chiara la polemica con il consigliere Spagoni, scelto per le competenze manageriali e per non essere legato a logiche di partito".

Dubbi anche sulla polemica nata attorno alla gestione delle deleghe in Via Donegani: “un uomo solo al comando, specie in un’azienda pubblica, che deve fare dell’efficacia e della trasparenza i suoi obiettivi principali, non è quasi mai una scelta vincente"Un tema quello della gestione e dell'organizzazione di Asm, evidenziato nelle ultime settimane anche dal collegio sindacale e dalla relazione del direttore generale Anselmetti.

Sul punto Lazzati la pensa così: "Non intendo fare difesa d’ufficio del manager da noi espresso né criticare il Presidente (ex Presidente?) non avendo avuto ancora modo di analizzare a fondo il bilancio dell’azienda, i cui risultati in assoluto possono non essere esaustivi (è un fatto evidente che se in un dato anno si realizza una plusvalenza, il dato globale del bilancio migliora nettamente, mentre l’azienda può nascondere ancora aree di inefficienza e di necessario miglioramento produttivo)".

L’auspicio di Federmanager è che il sindaco risolva il "problema" Asm dando all’azienda una gestione di alta competenza manageriale e di totale trasparenza.