• Pavia:

Tutte le promesse di Trenord per la Milano-Mortara: treni nuovi e più manutenzione

Tra un anno esatto arriveranno i nuovi treni. Questa la promessa che la delegazione istituzionale dei comuni della Milano-Mortara ha portato a casa dall’incontro con l’amministratore delegato di Trenord Cinzia Farisè. All’appuntamento si erano presentati i sindaci di Vigevano, Mortara, Abbiategrasso, Parona, Albairate, Corsico, Trezzano sul Naviglio, Gambolò, una delegazione di capigruppo consiliari del comune di Vigevano, una di consiglieri della Provincia di Pavia e una di consiglieri regionali composta da Silvia Piani e Fabrizio Cecchetti. 22 persone in totale, faccia a faccia con la direzione di Trenord per oltre tre ore e mezza. Tante le lamentele portate al tavolo, e non c’è nemmeno bisogno di ricordare i disagi patiti ogni giorni dai pendolari e acuite in quest’ultimo periodo. Veniamo quindi alle soluzioni. Il punto più importante, naturalmente, è quello relativo ai nuovi treni: a giugno 2018 arriveranno i famosi Vivalto, con molti più posti a sedere, aria condizionata e vari comfort. I treni di ultima generazione tanto agognati. Manca però ancora un anno, e Trenord ha deciso di presentare alla delegazione una serie di interventi da effettuare in attesa delle nuove carrozze. Alcuni sono di carattere estremamente pratico: il treno delle 7.22 da Mortara, da sempre sovraffollato, avrà una carrozza in più. Al deposito verrà fatto un controllo giornaliero degli impianti di climatizzazione e delle porte, onde evitare quelli che sono i problemi più frequenti. Nei weekend, inoltre, si effettueranno pulizie straordinarie dei vagoni. Particolare attenzione verrà dedicata al fenomeno del vandalismo, che tanti danni sta provocando, influendo in maniera importante anche in termini di costi. Al deposito notturno di Alessandria verrà istituito un presidio anti-vandali. La Milano-Mortara, inoltre, è stata inserita tra le “direttrici critiche”. I commenti all’uscita dell’incontro sono stati comunque in generale positivi. I delegati del territorio hanno approfittato dell’occasione per rilanciare: prossimamente ci sarà un nuovo appuntamento, e questa volta ci sarà anche Rfi. Due i temi sul tavolo: raddoppio del binario ed eliminazione dei passaggi a livello. Un’altra partita da giocare.