• Pavia:

L’uomo che coltiva un cuore sulla collina (e aiuta i bambini)

Canneto Pavese. È un ex infermiere in pensione, ha 70 anni e coltiva un...cuore a Canneto Pavese. Stefano Rossi ha iniziato 4 anni fa, mentre tagliava l'erba nel suo terreno. Fu allora che tracciò, quasi per caso, una grande aiuola a forma di cuore in un campo dove un tempo c'era un vigneto, sulla provinciale che dalla Val Versa sale in paese. Poi, per gioco, prese delle grandi lettere bianche e fece i primi auguri in occasione del compleanno di uno dei suoi famigliari.

Una mamma di Stradella che passava di là vide la grande bacheca a cielo aperto e pensò che sarebbe potuta essere una bella idea per fare, anche lei, il buon compleanno alla sua bambina di 3 anni. Lui accetta subito ma non vuole soldi, lei insiste per pagare il disturbo. Così Stefano raccoglie la prima offerta di 50 euro e la devolve alla scuola materna del Canneto, sempre bisognosa come quasi tutte le scuole pubbliche anche di generi di prima necessità. La voce si sparge e in 2 anni Stefano raccoglie oltre 3500 euro, che finiscono tutti per aiutare i bambini dell'asilo. Dal settembre scorso ne ha raccolti altri 1500, grazie ai quali un centinaio di alunni delle elementari ha potuto accedere a un corso di inglese.

Tra un compleanno, una nascita e un anniversario, Stefano non dimentica di celebrare le feste civili e religiose e di dedicare messaggi, come quello rivolto a quegli insolenti che un giorno gli hanno letteralmente, spezzato il cuore o come l’ultimo, che ha commosso tutti, il suo saluto all’indimenticato ristoratore Bruno Bazzini, recentemente scomparso.