• Pavia:

Omicidio Chiapparoli, verdetto d’appello bis: Ina Celma non punibile

E’ stata cancellata dalla sentenza d’appello bis la condanna a 12 anni di carcere che era stata comminata a Ina Celma per l’assassinio del suo compagno, il vigevanese Marco Chiapparoli. L’omicidio si era consumato a Cerisolo, in provincia di Trento, dove la coppia era andata da poco a vivere. Il 19 ottobre del 2011 Ina Celma uccise a coltellate l’insegnante, allora 35enne. E’ stata giudicata non punibile perché totalmente inferma di mente. La condanna era stata comminata al termine del processo di primo grado e poi confermata in appello, perché allora era stata riconosciuta la semi-infermità mentale. Sentenza poi annullata dalla Cassazione, che aveva disposto un altro processo. In questo caso la perizia ha riconosciuto il vizio totale di mente, con il conseguente non luogo a procedere. Rimane però per la donna l’obbligo di trascorrere cinque anni in un ospedale psichiatrico giudiziario. La pena scadrà fra sei mesi.