• Pavia:

Treni, ancora ritardi sulle linee del territorio. E intanto Trenord scrive al prefetto…

Non si fermano i disagi per i viaggiatori delle linee ferroviarie che attraversano il nostro territorio. Sulla Milano-Mortara, tra la serata di giovedì e la mattinata di venerdì, ci sono state altre due cancellazioni, mentre dal coordinamento pendolari arriva la segnalazione di una situazione disastrosa sulle linee Pavia-Mortara-Vercelli e Alessandria-Torreberetti-Pavia: 21 i treni cancellati nella giornata di giovedì, con un servizio ridotto del 50%. Rallentamenti anche sulla Pavia-Codogno, dove a causa di un guasto a un passaggio a livello si sono originati ritardi oscillanti tra i 30 e i 60 minuti. È in questo clima che giunge una lettera dell’amministratore delegato di Trenord Cinzia Farisé al prefetto di Pavia. Secondo quanto riportato dal quotidiano “Il Giorno”, la dirigente avrebbe chiesto di aumentare i pattugliamenti delle forze dell’ordine sui treni e nelle stazioni, per fermare l’incremento di fenomeni di microcriminalità, atti vandalici e aggressioni ai controllori. Una delle linee peggiori, in questo senso, sarebbe la Milano-Mortara dove, per fare un esempio, nell’ultimo anno sono quintuplicati i graffiti sui vagoni. Trenord, insomma, chiede al prefetto più sicurezza. I viaggiatori, invece, chiedono un servizio regolare e affidabile.