• Pavia:

Tragedia di Spessa Po, gravissima anche una disabile

Belgioioso. Rischia di aggravarsi ulteriormente il già tragico bilancio dell’incidente accaduto lunedì alle porte di Belgioioso sulla provinciale 199. Uno dei disabili a bordo del pulmino della croce azzurra, una donna di origini magrebine di 31 anni, sta lottando tra la vita e la morte in un reparto dell’ospedale Niguarda di Milano dov’era stata trasportata in elisoccorso e dov’è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico nella notte. La prognosi resta ovviamente riservata.

Migliori le condizioni della ragazza di 17 anni portata anch’essa in elicottero ma al papa giovanni di Bergamo e da cui sarebbe stata già dimessa. Anche i due uomini feriti, l’autista del camion di 57 anni e il terzo disabile a bordo del pulmino, di 45, portati al San Matteo di Pavia, non versano in condizioni che fanno temere per la loro vita.

Le salme dei due volontari deceduti nell’impatto sono state portate all’istituto di medicina legale di Pavia su disposizione del magistrato, l’autopsia dovrebbe essere eseguita mercoledì. Antonio Corona, 66enne di Inverno e Monteleone e Graziella Ripa, 62enne di Villanterio, militi storici della Croce azzurra sono morti sul colpo dopo il terribile impatto sulla provinciale.

Le indagini della polstrada dovranno chiarire le cause all’origine di questo tremendo schianto, accaduto su un rettilineo a poche centinaia di metri dall’intersezione con l’ex statale 234 che collega Pavia a Cremona, ad oggi l’ipotesi più plausibile resta quella del malore improvviso del conducente del pulmino che avrebbe quindi perso il controllo finendo nella corsia opposta. Praticamente impossibile per l’autista del camion evitare lo schianto.