• Pavia:

Rosario riparatore in Duomo contro il Pavia Pride

Una polemica turba la vigilia del Pavia pride in programma sabato con partenza alle 10.30 da piazzale Ghinaglia. Esattamente in concomitanza con l’inizio della manifestazione, si terrà in Duomo una mattinata di preghiera riparatrice voluta dal comitato “Beata Veronica da Binasco”. Gli esponenti del comitato parlano, nel comunicato in cui annunciano l’iniziativa, di pubblico scandalo e apologia dell’omosessualismo dovuti al Pavia Pride, una situazione che renderebbe necessaria, a loro parere, una “protezione divina” e una “congrua riparazione alla Divina Maestà per i peccati che così gravemente offendono il Sacro Cuore di Gesù e il Cuore dell’Immacolata Sua Madre”. Il programma prevede la recita del rosario, la celebrazione della santa messa e la recita dell’atto di riparazione composto da papa Pio XI. L’iniziativa ha sollevato non poche discussioni, e ha provocato la reazione sdegnata del circolo Arcigay di Pavia, organizzatore del Pavia Pride. "Apprendiamo con molto rammarico quanto scritto dal Comitato Beata Veronica da Binasco – dice il presidente Niccolò Angelini – ma crediamo fermamente che il pubblico scandalo sia ben altro. Il pubblico scandalo lo percepiamo quando sentiamo parlare, ancora oggi, di teorie riparative. Il Pavia Pride – conclude Angelini – sarà una festa per tutte e tutti: sarà un momento di aggregazione per famiglie, sia eterosessuali sia omosessuali”.