• Pavia:

Prevedere gli attentati terroristici, un modello matematico dell’Università di Pavia

Un modello matematico per prevedere gli attacchi terroristici. Il sistema è stato messo a punto dal team di ricercatori del laboratorio di data science dell’Università di Pavia coordinato dalla professoressa Silvia Figini. Il lavoro è stato presentato al Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza della Presidenza del Consiglio dei Ministri. I ricercatori hanno preso in esame le 83.000 azioni terroristiche che sono state effettuate in tutto il mondo dopo l’11 settembre 2001 e, incrociando questi dati con altre informazioni provenienti dal web, hanno costruito un algoritmo in grado di prevedere statisticamente dove ci sarà il prossimo attacco. Il metodo identifica le aree di rischio con un’accuratezza del 90% rispetto all’accadimento di un possibile atto terroristico. L’Università di Pavia, che ha reso nota l’esistenza di questo modello matematico attraverso un comunicato, specifica che il sistema potrà essere ulteriormente migliorato con l’integrazione di dati riservati e quindi essere messo a disposizione delle intelligence internazionali.