• Pavia:

Pavia, tampona l’auto della ex moglie per riprendersi le figlie: in manette un 42enne

Ha inseguito e tamponato più volte l'auto su cui viaggiava la ex moglie perché voleva riprendersi le figlie, affidate alla donna dopo la separazione. L'aggressore è un 42enne di origine marocchina che nel pomeriggio di ieri ha incrociato la macchina del cognato con a
bordo la donna e le figlie. Per cercare di fermarli li ha speronati più volte, all'altezza del ponte coperto, dove è riuscito ad aprire la portiera e a colpire il fratello della ex moglie con calci e pugni. Quest'ultimo è riuscito a divincolarsi e a fuggire verso viale della Libertà, dove però è stato nuovamente raggiunto e tamponato dal 42enne. La vittima, assieme alla signora e alle bambine, ha provato a rifugiarsi in un bar, ma l'aggressore li ha inseguiti e minacciati con un grosso martello. A quel punto, fortunatamente, sono arrivati gli uomini della squadra volante, allertati da alcuni passanti che avevano assistito alla scena. Nemmeno di fronte agli agenti il 42enne si è fermato, ma anzi ha colpito con un pugno il cognato, costringendo i poliziotti ad intervenire e ad immobilizzarlo. La donna, sotto choc, ha poi spiegato agli agenti che da tempo l'ex marito la tormentava con telefonate e appostamenti perché non si rassegnava alla fine della loro storia e al fatto di non poter vedere le bambine quando voleva. Il 42enne è stato quindi arrestato con le accuse di lesioni personali, minacce ed atti persecutori e si trova ora in carcere a Torre del Gallo in attesa dell'interrogatorio di garanzia.