• Pavia:

Fibronit, “sorpresa” all’avvio della bonifica: nel sito c’è un magazzino privato

Broni. La bonifica della Fibronit andrà avanti, nonostante le diatribe con un’azienda con sede dentro il sito di interesse nazionale (SIN). Proprio così, all’interno del perimetro dell’ex stabilimento c’è un deposito privato che sta creando qualche grattacapo all’amministrazione di Broni. Mercoledì mattina, quando doveva essere eseguita l’ordinanza del Comune per abbattere un muro di cinta e creare un accesso esclusivo per la Fibro Service, (questo il nome della ditta che oggi condivide l’ingresso con il cantiere di bonifica), c’è stato un parapiglia con intervento di vigili e carabinieri. Che l’accesso al cantiere della bonifica sia esclusivo, per ragioni di sicurezza, lo ha prescritto la Conferenza dei servizi a cui hanno partecipato Ministero dell’ambiente, regione Lombardia, Provincia di Pavia e Comune di Broni. Ma secondo l’azienda la soluzione proposta non è adatta per questioni di viabilità e sicurezza stradale (l’uscita del deposito è su una curva della Sp10). La vicenda ha creato preoccupazione quando si è sparsa la voce, smentita dal sindaco Antonio Riviezzi, di un possibile stop ai lavori di bonifica. “La bonifica andrà avanti senza problemi, troveremo un accordo con l'azienda” ha commentato il sindaco raggiunto al telefono da telePavia. Ecco l'intervista in esclusiva.