• Pavia:

Educazione stradale: i giovani di oggi più preparati dei genitori

Una generazione di giovani e preparati studenti. Almeno sul tema dell’educazione stradale, in attesa delle temute pagelle scolastiche di fine anno, gli alunni del capoluogo sono promossi a pieni voti. E’ il giudizio dei dodici agenti di Polizia Locale che hanno potuto rapportarsi con gli studenti pavesi. Un progetto, portato avanti dall’amministrazione comunale, che toccherà complessivamente ottantadue classi di ogni ordine e grado: dieci delle superiori, ventiquattro delle medie, quaranta elementari ed anche otto scuole dell’infanzia.

In questa prima fase i vigili hanno potuto lavorare con quarantasei classi mentre il prossimo anno verranno coinvolte le restanti trentasei. L’approccio ha tenuto conto dell’età degli studenti con cui ci si interfacciava di volta in volta: il gioco, per esempio, ha connotato le lezioni con i bambini delle scuole elementari. Tema principale delle lezioni è stato il corretto utilizzo della bicicletta in strada. Non tutti conoscono perfettamente le regole da rispettare; un dato su cui lavorare per il futuro.

Diverso è stato l’approccio invece con i ragazzi di medie e, soprattutto, superiori: in questo caso gli agenti della Polizia Locale si sono concentrati sul delicato tema dell'abuso di alcol e droghe prima di mettersi alla guida.

Il commento dei vigili, che vantano anni di formazione tra gli studenti del capoluogo, è stato positivo: queste giovani generazioni sono sveglie e preparate, più di quelle passate. Un giudizio che fa ben sperare per il futuro.