• Pavia:

Linx (dopo Sardex), la moneta anti crisi made in Lombardia

In principio fu il sardex, per la Sardegna (che nel solo 2015 ha mosso qualcosa come l’equivalente di 50 milioni di euro in beni e servizi), poi il tibex nel Lazio, il Venex in Veneto e via così, a coprire quasi tutta la penisola, compresa la Lombardia e la provincia di Pavia, dove 3 anni fa è arrivato il Linx. La moneta alternativa, o meglio complementare all’euro, quella senza interessi dove protagoniste sono le imprese e i lavoratori che si scambiano beni e servizi, è arrivata anche qui e di imprese aderenti ne conta già 120 e i conti aperti oltre 200. iPresentato nei giorni scorsi a Voghera dopo essere entrato a far parte del Patto Sociale per il Lavoro, promosso dalla diocesi di Pavia, il circuito si è sta rivelando un valido antidoto contro la crisi economica.