• Pavia:

Vigevano, i vigili scoprono il ladro dei cani: finisce l’incubo per i padroni

Si è scoperto dove sono finiti almeno alcuni dei cani di cui era stata denunciata la scomparsa a Vigevano nelle scorse settimane. La polizia locale ha individuato e denunciato un 28enne tunisino ritenuto responsabile di almeno tre furti di cani. Il tutto è stato scoperto grazie a una lite per strada, avvenuta in via Cairoli. Una donna, a cui era stato rubato un chihuahua, stava accusando il tunisino del furto. I vigili, intervenuti per sedare il diverbio, hanno raccolto formale denuncia da parte della signora, e hanno avviato le indagini. Si è scoperto che il tunisino abitava in un sottotetto di un’abitazione di via Riberia. Lì c’erano due recinti creati con materiale di fortuna al cui interno erano stati reclusi due cani la cui scomparsa era stata denunciata nei giorni scorsi: Darwin, un meticcio di colore nero, e Luna, un boxer. Si è poi scoperto che anche il chihuahua della signora che aveva presentato denuncia era stato effettivamente rinchiuso in uno di quei recinti, ma era poi morto dopo essere stato aggredito da un altro animale. Il boxer, intanto, era stato liberato da un conoscente del tunisino. Il giovane, avendo notato le pessime condizioni in cui l’amico teneva il cane ed avendo poi scoperto che il quattrozampe era stato rubato, lo aveva portato via con l’inganno, restituendolo ai legittimi proprietari. Il 28enne ritenuto responsabile dei furti è stata denunciato, sia per i furti in sé, sia per maltrattamenti sugli animali. Ancora da chiarire i motivi per cui quest’uomo aveva rubato i cani.