• Pavia:

Gelo a primavera, l’esperto: sulla frutta problemi anche nel 2018

Il clima impazzito che ha portato, con la gelata di fine aprile, danni ingenti ai vigneti e in alcuni casi ad azzerare la produzione di frutta in Oltrepò per il 2017, potrebbe avere conseguenze anche sull’annata successiva. La drammatica previsione è stata formulata dal professor Alberto Vercesi della facoltà di agraria dell’università Cattolica di Piacenza nel corso della trasmissione ora locale Oltrepo di giovedì sera.

Se le viti infatti, al netto di altre calamità, non dovrebbero avere difficoltà a riprendersi, gli alberi da frutta potrebbero portare i segni di questa gelata anche l’anno prossimo con un ulteriore aggravio dei danni, che già si stimano in milioni di euro.

“Sulla frutta, se possibile, il danno sarà ancora peggiore che sulle viti – ha spiegato Vercesi – perché gli alberi da frutto come drupacee (albicocche, pesche e ciliegie ndr) e pomacee (mele e pere) erano in una fase così avanzata che il gelo ha prodotto il deperimento dell’intera produzione annulae. E in questi casi, soprattutto per le pomacee dove la produttività avviene su formazioni fruttifere poliennali, quindi non solo su germogli dell’anno come per la vite, è molto probabile che ci siano ripercussioni anche sulla prossima annata”.