• Pavia:

Inquinamento, degrado e saccheggi di rame all’ex distilleria Vinal

Tra degrado e abbandono, continua il saccheggio del rame all’ex Vinal di Santa Giuletta. Una coppia di conviventi di Milano sono stati arrestati nella mattina del 1° maggio dai carabinieri della compagnia di Stradella mentre stavano caricando su un furgoncino un’ingente quantità di cavi di rame appena rubati. I due, conviventi di 65 e 46 anni, di fatto senza fissa dimora, quando sono stati fermati non hanno opposto resistenza. Sul mezzo i carabinieri hanno trovato tutti i “ferri del mestiere” del ladro di rame: pinze, grimaldelli e altri utensili per togliere le guaine dai fili e spillare il rame all’interno. Sono stati ammanettati e portati nella camera di sicurezza della caserma in attesa del processo, che si terrà col rito direttissimo essendo stati colti in flagranza di reato. Quella dei furti di rame e altri metalli pregiati all’interno dell’ex distilleria, fallita e ancora oggi, a distanza di oltre 10 anni, sottoposta a sequestro penale da parte del tribunale campano di Nocera Inferiore, è una storia che va avanti da molto tempo. In alcuni casi i tentativi di furto provocarono sversamenti di oli nelle campagne con conseguente inquinamento dei terreni. Negli anni i residenti e l’amministrazione hanno lanciato più volte l’allarme per le condizioni fatiscenti dell’area, dove sono tuttora stoccati in condizioni precarie acidi e altri liquidi tossici, oltre alle coperture di eternit in pessime condizioni di conservazione. Ci sono stati sopralluoghi di commissioni parlamentari d’inchiesta e promesse d’intervento, ma ad oggi nulla è cambiato.