• Pavia:

Gelo sui vigneti: “come un terremoto”. Terre d’Oltrepò chiama la politica

Broni. "È stato come un terremoto". Terre d'Oltrepò, la più grande cantina sociale della Lombardia, chiede che "la politica si assuma le proprie responsabilità - ha detto il presidente Andrea Giorgi - di fronte a un evento imprevedibile e che causerà gravi ripercussioni sulla produzione di uve del 2017", attivando lo stato di calamità naturale. Sebbene la conta dei danni sia ancora in corso, la Sociale di Broni-Casteggio-Santa Maria lancia un appello all'associazionismo e alla politica: "ora è il momento di dimostrare la vicinanza agli agricoltori". In alcune zone di fondovalle di tutto l'Oltrepò la produzione potrebbe essere stata azzerata.