• Pavia:

Pavia, Lasagna (Segr. Prov. Pd): “Depaoli ricandidato? Faccia le primarie. Poma? Ben venga”

Massimo Depaoli o Vittorio Poma? A due anni dalla scadenza elettorale sembra essere già questo il tormentone politico dalle parti di Via Taramelli. Se nel 2019 vorrà essere riconfermato a Palazzo Mezzabarba, il sindaco in carica dovrà passare dalla legittimazione delle primarie. E questo è il primo dato certo. A dirlo è il Segretario Provinciale del Pd Alberto Lasagna, nel corso dell’ultima puntata di Ora Locale.

Se il lavoro fin qui svolto da Depaoli è considerato positivamente dalla segreteria, non è altrettanto certa la sua riconferma. “Depaoli sta amministrando con le stesse difficoltà dei piccoli comuni. Ricandidato in pectore? I pavesi decideranno attraverso le primarie. Noi non abbiamo le segreterie regionali o nazionali ad imporre le scelte… anzi, ci apriamo anche all’esterno” ha affermato Lasagna.

Ed è aprendosi all’esterno che il Pd ha "scoperto" Vittorio Poma: ex Pdl, presidente di un governo di solidarietà provinciale in Piazza Italia, con il sogno nel cassetto (peraltro mai nascosto) di fare il sindaco della sua città. “Se Poma entra nel Partito Democratico – ha affermato Lasagnaè il benvenuto. Le nostre porte sono aperte per chi è disposto a fare un certo percorso perché siamo una comunità pronta al dialogo, in grado di gestire queste situazioni”.

I tempi, di certo, non sono ancora maturi, ma l’apertura del Segretario Provinciale del Partito Democratico è molto più di un semplice indizio sulle strategie future.