• Pavia:

Vigevano, trafficante di uomini arrestato dai carabinieri

Era stato fermato a Rosenheim, città al confine tra Germania e Austria, mentre assieme ad un mortarese stava facendo entrare illegalmente dei rifugiati siriani in Baviera. L'uomo, un vigevanese di 45 anni, disoccupato e pregiudicato, era dunque finito a processo proprio in Germania: nel corso dell'udienza il 45enne aveva spiegato ai giudici tedeschi che non conosceva l'organizzatore di questo traffico di uomini, anche lui residente a Vigevano, e aveva fatto finta di non riconoscerlo nelle foto mostrate in aula. I fatti risalgono al periodo compreso tra il 2015 e il 2016, ma solo alcune settimane fa il tribunale tedesco ha emesso la sentenza: i giudici lo hanno condannato a un anno e tre giorni di carcere per "false dichiarazioni giurate che impediscono l'arresto o l'azione penale". Per il trafficante era scattato dunque un mandato d'arresto Europeo. Nelle scorse ore i carabinieri della compagnia di Vigevano lo hanno rintracciato e arrestato nella città ducale. Il 45enne, al termine delle formalità di rito, è stato trasferito nel carcere dei Piccolini a disposizione della Corte d’Appello di Milano.