• Pavia:

Pavia, picchia il figlio disabile e minaccia di morte la moglie incinta: arrestato

Picchia il figlio disabile perchè ha saltato la scuola, poi minaccia di morte lui e la moglie incinta, intervenuta per difenderlo. Una situazione critica, risolta solo grazie all'intervento dei carabinieri, che hanno arrestato l'uomo con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. Tutto è iniziato domenica pomeriggio: l'uomo, un tunisino di 52 anni che abita a Pavia, ha una discussione con il figlio di tredici anni, portatore di handicap. A quanto pare il ragazzo, alcuni giorni fa, aveva saltato la scuola senza permesso. Una leggerezza che ha scatenato la furia del 52enne, che ha iniziato a picchiare selvaggiamente il giovane con la cintura dei pantaloni. La madre del ragazzo ha provato a calmare gli animi, ma è stata minacciata a sua volta e costretta ad assistere impotente al pestaggio, proseguito per diversi minuti. La donna si è quindi recata alla caserma di San Pietro in Ciel d'oro per sporgere denuncia, visto che quello di ieri era solo uno dei tanti episodi di violenza consumatisi dentro le mura domestiche. I militari sono subito intervenuti nell'appartamento e hanno arrestato l'uomo con l'accusa di maltrattamenti. Il tredicenne è stato poi accompagnato da una pattuglia al pronto soccorso del policlinico San Matteo, dove i medici hanno riscontrato ferite piuttosto gravi, giudicate guaribili in più di 20 giorni. Il padre violento si trova ora in carcere a Torre del Gallo, in attesa del processo penale.