• Pavia:

Picchia la sorella e brucia i rifiuti condominiali, arrestato

La sua tossicodipendenza lo aveva portato a compiere gesti clamorosi, anche molto violenti: per lui sono adesso scattate le manette. I carabinieri della compagnia di Vigevano, guidati dal capitano Rocco Papaleo, hanno arrestato in flagranza di reato un pregiudicato di 48 anni, vigevanese. Il fermo è avvenuto in pronto soccorso dove l’uomo, in preda a una crisi di astinenza, stava dando in escandescenza. Da ulteriori indagini è emerso che l’uomo aveva trascorso tutta la notte e la giornata precedente a minacciare e aggredire la sorella di 51 anni. Una violenza culminata con l’incendio di alcuni sacchi di rifiuti che erano stati esposti fuori dalla palazzina di via Rocca Vecchia dove entrambi risiedono. Le fiamme, tra l’altro, hanno danneggiato il muro condominiale e l’impianto di condizionamento di un’attività commerciale posta al piano terra. A carico dell’arrestato, inoltre, risultano precedenti a partire dal dicembre 2014. L’episodio più grave, prima di quello dell’altra notte, era del giugno scorso: in quell’occasione il 48enne aveva prima picchiato la sorella, colpendola anche con una stampella, poi aveva spintonato la madre 86enne facendola cadere. Le due avevano rimediato una prognosi di quindici giorni ciascuna. Dopo la nuova giornata e nottata di terrore subita dalla sorella, i carabinieri hanno deciso per il fermo.