• Pavia:

Furti nelle cucine del San Matteo, al via il processo a Pavia

Tre richieste di patteggiamento, una trentina di riti abbreviati e una dozzina di richieste di messa in prova ai servizi sociali. Si è aperto questa mattina a Pavia il processo per i furti nelle cucine del policlinico San Matteo. Il caso risale al febbraio del 2016, quando la Polizia di Stato aveva effettuato 13 arresti e iscritto nel registro degli indagati 48 persone per furto aggravato. Le indagini erano partite in realtà nel 2013 dopo la denuncia dell'ex dipendente di una cooperativa, costretto a licenziarsi perchè non aveva accettato di partecipare ai furti. Le microtelecamere installate nelle cucine dell'ospedale avevano ripreso diversi membri del personale mentre rubavano prosciutti, tagli di carne, formaggi, yogurt, ma anche anche detersivi, piatti e stoviglie di carta: la dispensa del policlinico era diventata un sorta di supermercato dove fare la spesa gratis. In totale, grazie al lavoro della squadra Mobile della Questura, erano stati documentati più di 200 episodi di furto nel giro di pochi mesi. Dei 46 imputati ora a processo solo quattro hanno chiesto di affrontare il rito ordinario e torneranno davanti al giudice il prossimo 29 maggio.