• Pavia:

“Caso Trasporti”, Magni (Pd) all’attacco: “L’opposizione si legga le carte”

E’ guerra fredda tra maggioranza ed opposizione a Palazzo Mezzabarba. Il terreno di scontro è ancora una volta la gestione del comitato tecnico sul bando del trasporto pubblico locale. Dopo la dura presa di posizione dei giorni scorsi del centrodestra e del Movimento 5 Stelle, arriva la replica del consigliere del Pd Giovanni Magni: "In questi giorni ho avuto modo di sentire e leggere dichiarazioni del Presidente della Commissione di Garanzia. Non ci volevo credere! Ho riflettuto e mi sono fatto una domanda: ma il Presidente della Commissione di Garanzia non dovrebbe essere "il garante" di tutti?".

Il riferimento del consigliere democratico è all’intervista rilasciata subito dopo l’audizione dei dirigenti del comune che, in commissione, hanno di fatto smentito sindaco ed assessore Lazzari sulle convocazioni dei tavoli tecnici. Un commento, quello di Niutta, che non è andato giù al Pd. "Non si dovrebbe, prima di fare dichiarazioni così forti, aspettare la conclusione dei lavori?  E’ come se un giudice emettesse una sentenza a procedimento aperto. Mai visto!la riflessione di Magni.

In attesa della convocazione di una nuova seduta della commissione, proprio in queste ore, il dibattito sul giallo del Tpl si scalda ulteriormente. E non è mancata una stoccata da parte del consigliere del pd anche al resto dell’opposizione che ha criticato negli ultimi giorni l’operato di sindaco e assessore. "Poi, però mi sono fatto un’altra domanda: ma siamo sicuri che la minoranza abbia letto attentamente la convenzione, la delibera di Giunta è gli atti del consiglio? (Su questo ultimo punto dubito fortemente)".