• Pavia:

Pavia, condannato per la rissa nel parcheggio del Carrefour

Il litigio era iniziato per una parola di troppo, nel parcheggio del centro commerciale Carrefour di Pavia, sulla Vigentina. Un automobilista in coda si mette a discutere con l'uomo alla guida dell'auto davanti a lui, ferma vicino all'uscita. Un colpo di clacson, poi gli insulti. Alla fine entrambi i conducenti scendono dalle macchine e dalle parole passano alle vie di fatto. Ne nasce una rissa piuttosto violenta, alla quale partecipano anche altre due persone, tra cui la moglie incinta di uno dei due automobilisti. Alla fine sul posto arriva la polizia a riportare la calma: uno dei due uomini presenta una ferita piuttosto profonda ad una mano, inferta con un oggetto appuntito. A finire nei guai è l'altro conducente, oggi sessantenne, accusato di aver causato la rissa e di aver usato un cacciavite per aggredire il rivale. I fatti risalgono al luglio del 2012 e per quell'aggressione l'uomo finisce a processo a Pavia per lesioni personali, ingiuria e minacce. Dopo aver ascoltato le deposizioni dei testimoni e dell'imputato, il giudice ha condannato il sessantenne a due mesi e venti giorni di carcere.