• Pavia:

Picchia l’amico per rubargli pochi euro: condannato

Un'aggressione violenta: pugni, spintoni e minacce, solo per tentare di rubare pochi euro. Protagonista un 33enne di origine marocchina che abita a Sannazzaro de' Burgondi e che nel novembre scorso aveva preso di mira un connazionale. Il litigio, tra i due, era scoppiato improvvisamente. Il 33enne, già noto alle forze dell'ordine, voleva dei soldi e si era rivolto all'amico. Davanti al suo rifiuto, aveva perso la testa e l'aveva aggredito, tirandolo per la maglietta, colpendolo più volte e facendolo cadere. La vittima, spaventata, era riuscita a divincolarsi e fuggire e si era rivolta ai carabinieri per sporgere denuncia. Successivamente era andato in ospedale per le cure del caso e i medici gli avevano riscontrato una grave lesione alla mano destra, abrasioni al collo e una ferita al gomito. Il 33enne, descritto come un uomo di indole violenta dal connazionale, era stato arrestato dopo poche ore e trasferito in carcere. Nel corso del processo è stata ricostruita l'intera vicenda e l'aggressore è stato infine condannato a due anni e 4 mesi di carcere e a 400 euro di multa per tentata rapina e lesioni personali.