• Pavia:

A Pavia si fanno meno multe. Nel 2017 previsto un incasso di 6 milioni di euro

Seimila multe in meno rispetto al 2015: almeno a Pavia, lo stereotipo del vigile “sceriffo” non sembra andare più di moda. Sono state 70.515 in totale le sanzioni, per violazione del codice della strada, elevate dagli agenti della Polizia Locale nel corso del 2016, a fronte delle oltre 76mila di un anno prima. Un crollo che ha comportato anche una decisa riduzione delle entrate nelle casse comunali: 300mila euro in meno rimasti quindi nelle tasche degli automobilisti pavesi.

Sono i dati emersi a margine della tradizionale festa di San Sebastiano, patrono della Polizia Locale.Tra le infrazioni, uno dei dati di maggior rilievo è il crollo dei passaggi senza permesso nelle zone a traffico limitato: se nel 2015 erano stati 23.277, nel 2016 si è arrivati a 15.706. Un calo netto dovuto in parte a dei problemi tecnici che hanno messo fuori uso i varchi per un paio di mesi.

Anche le sanzioni per divieto di sosta hanno registrato una brusca frenata: sommando i diversi tipi di infrazione regolamentati dal codice della strada (dai parcheggi al di fuori delle strisce blu a quelli sui marciapiedi) si arriva a poco meno di 60mila multe. Un numero inferiore alle oltre 64mila del 2015. Dato su cui ha influito la riduzione di agenti sulle strade cittadine.

Il saldo per le casse del Mezzabarba, come si diceva, ha quindi registrato un -300mila euro rispetto a dodici mesi prima. Se nel 2015 le multe hanno fruttato 6,2 milioni, lo scorso anno ci si è fermati a 5,9 milioni. Diverse, quindi, le cause: vigili un po’ più buoni, automobilisti un po’ più attenti, problemi tecnici e di personale. L’obiettivo per il 2017, così come anticipato dall’assessore alla Polizia Locale Ruffinazzi, è di incassare 6 milioni di euro.