• Pavia:

Classifica dei sindaci: Depaoli perde l’1,8%. Testa-coda a 5 Stelle

Quattordici posizioni in meno rispetto al 2016 e un calo del gradimento di appena mezzo punto percentuale dal giorno dell’elezione nel 2014: Depaoli tiene botta e galleggia a metà del guado nella consueta analisi condotta da Ipr Marketing per Il Sole 24Ore. La classifica che mette in fila i primi cittadini, dal più apprezzato a quello meno amato, prendendo in considerazione alcuni parametri: da fattori prettamente emotivi o di immagine all’azione amministrativa.

Dopo la crescita del 2015 e del 2016, Depaoli ha perso in un colpo solo quasi due punti percentuali. Ma sono i sindaci a livello complessivo a pagare dazio con un calo di un punto e mezzo rispetto ad un anno fa. "Significa che dobbiamo fare di più per recuperare il rapporto di fiducia con i cittadini. E’ un periodo in cui si avverte un clima di sfiducia nei confronti della politica” ha evidenziato Depaoli, commentando i risultati.

Una graduatoria segnata dal testa-coda a 5 Stelle: se sul gradino più alto del podio brilla il sindaco di Torino Chiara Appendino, il buio che ha avvolto la Capitale in questi mesi ha spinto Virginia Raggi al penultimo posto, seguita solo dal primo cittadino di Alessandria Maria Rita Rossa.

La ricetta per invertire la rotta, indicata da Depaoli, è chiara: riuscire a coniugare i grandi progetti alla gestione dell’ordinario. Un binomio molto spesso difficile da portare avanti. “Diventa difficile parlare di questioni concrete quando il dibattito politico è concentrato principalmente sulla data delle elezioni o sul sistema elettorale: quanto di più lontano possa esserci dai cittadini” l’amara riflessione del sindaco di Pavia.