• Pavia:

Evasi dal carcere di Voghera durante un permesso premio, arrestati a Crotone

È finita a Crotone l’evasione dei due ergastolani che non erano rientrati al carcere di Voghera dopo un permesso premio. La storia era iniziata il 12 di dicembre: Tommaso Biamonte e Alessandro Covelli, entrambi sessantenni, avevano fatto perdere le proprie tracce. A preoccupare maggiormente era Biamonte, che in passato durante un’evasione aveva compiuto addirittura un omicidio. Si è invece rivelato Covelli il più pericoloso: non solo era stato lui a pianificare l’evasione, ma si era anche fatto notare durante la latitanza litigando con un albergatore di Torino da cui era fuggito sparando un colpo a salve. Un atto clamoroso che però non era servito agli investigatori per ricostruire la sua fuga. I due evasi, alla fine, sono stati trovati su un pullman giunto a Crotone dal nord Italia. Inizialmente gli ergastolani avevano detto agli agenti di polizia che li avevano fermati che si trattava di un equivoco, di uno scambio di persona, ma il controllo dei documenti non ha dato loro scampo. Addosso avevano una pistola caricata a salve. A quanto sembra Covelli, accusato di essere un boss della ‘ndrangheta, aveva cercato appoggi nella sua città natale, Crotone appunto, e ha coinvolto nel suo piano Biamonte. In ogni caso la loro fuga è terminata e i due sono stati riportati dietro alle sbarre.