• Pavia:

Tir precipita dalla tangenziale ovest sfiorando i binari della Milano-Mortara

Una strage sfiorata tra la tangenziale ovest e la Milano-Mortara. Un tir, attorno alle 11 di lunedì sera, ha sfondato il guard rail, precipitando a pochi metri dalla ferrovia. Miracolosamente c’è solo un ferito lieve, l’autista del tir, un italiano di 38 anni. Un colpo di sonno, come ammesso dallo stesso guidatore, all’origine di un incidente che poteva avere conseguenze molto più gravi. Il camion, che viaggiava in direzione sud, ha improvvisamente scartato verso destra in prossimità dello svincolo di Corsico-Gaggiano. Dopo aver sfondato il guard-rail, ha fatto un volo di dieci metri terminando con il muso sul terreno mentre le ruote posteriori sono rimaste sul cavalcaferrovia. I binari erano a pochi metri, a quell’ora erano appena passati gli ultimi treni della notte da e per Mortara. Parte della recinzione della tangenziale, crollata a causa dell’incidente, è entrata in contatto con i fili dell’alta tensione che alimentano la ferrovia, fortunatamente senza andare in corto circuito perché, come detto, in quel momento non viaggiavano convogli. L’autista è stato soccorso dai medici del 118 e portato in codice giallo all’Humanitas di Rozzano da un’ambulanza della Croce Verde di Trezzano sul Naviglio, ma le sue condizioni non sono gravi. Per tirarlo fuori dalla motrice è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco del nucleo speleo-alpino-fluviale. Da verificare le sue condizioni di salute al momento dello schianto: ai soccorritori aveva confidato di essersi messo alla guida nonostante avesse la febbre, cosa che avrebbe potuto facilitare l’insorgere di un colpo di sonno. Il tir trasportava pacchi e lettere per conto delle poste. Il recupero del mezzo e il ripristino delle condizioni di sicurezza di tangenziale e ferrovia hanno richiesto tutta la notte. La polizia stradale ha provveduto a chiudere una carreggiata e lo svincolo in entrata da Trezzano della tangenziale. La circolazione sulla Milano-Mortara, invece, è potuta riprendere regolarmente con il primo treno della mattina.