• Pavia:

L’influenza dilaga, richiamato dalle ferie personale del pronto soccorso

Gli esperti avevano previsto il picco tra Natale e Capodanno. Sarebbero quasi un milione gli italiani colpiti dall'influenza durante il mese di dicembre e la cifra potrebbe salire fino a 5 milioni entro febbraio. Un problema non da poco, se si considera che negli ultimi giorni sono stati registrati migliaia di accessi in quasi tutti i pronto soccorso degli ospedali lombardi, letteralmente presi d'assalto dai malati. Un caso di sovraffollamento si è verificato anche al pronto soccorso pediatrico del policlinico San Matteo dove in tre giorni, dalla vigilia a Santo Stefano, sono stati visitati trecento pazienti, il 20% dei quali piuttosto gravi. Regione Lombardia ha attivato le procedure di emergenza, richiamando il personale in ferie e aumentando le ore di presenza con gli straordinari. La situazione fortunatamente sta tornando alla normalità, ha commentato l'assessore al Welfare Giulio Gallera, che poi ha ricordato l'importanza di sottoporsi al vaccino antinfluenzale. Tra i soggetti più a rischio, i bambini al di sotto dei 5 anni, gli anziani e chi soffre di patologie croniche come ad esempio malattie cardiache, insufficienza renale. Per queste categorie è fortemente consigliato il vaccino che diventa efficace dopo 8 giorni dalla somministrazione e garantisce una copertura ottimale. Per vaccinarsi gratuitamente c'è tempo fino al 31 dicembre.