• Pavia:

Provincia di Pavia, il presidente Poma distribuisce le deleghe

Il decreto di nomina è pronto. Nelle prossime ore il presidente della provincia Vittorio Poma ufficializzerà le deleghe dell'ente: i vecchi assessori che la legge Delrio ha trasformato in consiglieri delegati senza indennità ed anche con poche risorse a disposizione. Nessun colpo di scena rispetto alle anticipazioni delle scorse settimane. L’unica novità è rappresentata dalla scelta di assegnare ad Emanuele Corsico Piccolini la gestione della Cooperazione internazionale e della ricerca di fondi europei. I trasporti, invece, resteranno in capo al presidente Poma. Le indagini della magistratura sul bando del trasporto pubblico locale e l'avviso di garanzia recapitato all'ex assessore Gramigna impongono infatti un ruolo di garanzia istituzionale. Anche i lavori pubblici, che comprendono viabilità ed edilizia scolastica, resteranno nelle mani di Poma, alla luce della situazione complessa dell'intera provincia, soprattutto per quel che riguarda ponti e strade. Confermata anche la volontà di condividere la gestione dell'ente con l'opposizione: il forzista Ruggero Invernizzi, primo degli eletti nel centrodestra, gestirà le deleghe all'ambiente, che comprendono principalmente aria e rifiuti: tematiche fondamentali soprattutto per la lomellina, sua area d'influenza. Milena D'Imperio, già nominata vicepresidente, avrà anche istruzione, formazione e e pari opportunità. Per Emiliano Scolè, infine, le complesse deleghe alla tutela e valorizzazione del territorio, l’intera gestione del ciclo idrico e lo sviluppo economico.