• Pavia:

Referendum, a Pavia città è stato testa a testa

Risultati piuttosto in linea con i valori nazionali per il referendum in provincia di Pavia. I votanti sono stati quasi 300mila, il 71% degli aventi diritto. Valore superiore alla media nazionale, ma inferiore di oltre 3 punti rispetto al dato lombardo. Il no ha conquistato il 58,22% delle preferenze, ma non in tutti i comuni è andata allo stesso modo. A Pavia, per esempio, è stato un testa a testa: il sì è arrivato al 49,16%, a 666 voti di distanza dal no. Più netta, ma comunque sotto media, la vittoria del no a Vigevano, con il 57,25%. Risultato molto simile a Voghera. Il no sfonda il muro del 60% a Casorate Primo, Belgioioso, Villanterio, Garlasco e Gambolò, a Mortara raggiunge il 59,89%, a Cassolnovo il 59,98% mentre nella roccaforte leghista di San Genesio arriva appena al 51%. Gli altri importanti centri della provincia si mantengono più o meno sul trend nazionale. Il no ottiene il 56,84% a Stradella, il 57,85% a Broni, il 58,72% a Mede, il 55,81% a Casteggio. Una curiosità: a Villa Biscossi, il comune più piccolo della provincia, ha vinto il sì con il 52,08%.