• Pavia:

Acquisto Cantina La Versa, il Gruppo Italiano Vini si chiama fuori

Quando mancano ormai pochi giorni alla scadenza per presentare le offerte per partecipare all’asta per l’acquisto della cantina La Versa, alcuni player di primo piano del mercato enologico nazionale fanno sapere che non saranno della partita. È il caso del gruppo italiano vini, leader nazionale del settore enologico che riunisce diversi marchi storici e che ha deciso di rinunciare all’acquisto: “ci auguriamo una soluzione positiva per La Versa – ha dichiarato un portavoce del gruppo – ma il nostro interesse è decaduto”. A meno di sorprese, ad oggi sarebbero quattro i potenziali acquirenti della cantina di Santa Maria. In pole position ci sarebbe Cavit, la Cantina Viticoltori del Trentino, in vantaggio su Cantine Pirovano, società di Lecco proprietaria della Tenuta Bentivoglio a Santa Giulietta. Interessate all’acquisto sarebbero però anche due cooperative locali: la Cantina sociale di Canneto Pavese e Terre d’Oltrepò, di Broni Casteggio, il colosso dei vini lombardi che con il nuovo consiglio d’amministrazione e il nuovo direttore sta cercando di risollevarsi dopo il noto scandalo del vino taroccato. La base d’asta per comprarsi la cantina La Versa come noto è fissata a 5,6 milioni di euro – oltre imposte di legge – e comprende il marchio, gli immobili e le attrezzature, ad eccezione del Wine Point Montescano. Il termine per la presentazione delle offerte scade il 25 novembre.