• Pavia:

Sale la tensione a Pavia in vista del corteo dell’estrema destra del 5 novembre

A Pavia sale la tensione per il corteo dell'estrema destra che si terrà il prossimo 5 novembre. Nella serata di mercoledì l'associazione culturale Recordari ha indetto una conferenza in ricordo di Emanuele Zilli, l'attivista del Movimento Sociale Italiano ucciso proprio il 5 novembre del 1973 a Pavia e al quale il corteo del prossimo mese è dedicato. L'Anpi e le associazioni di sinistra hanno chiesto di vietare il corteo, organizzato da gruppi neofascisti.Sul tema è intervenuto anche il deputato di SEL Franco Bordo che ha spedito una lettera al prefetto Cesari chiedendo in che modo la prefettura intenda impedire una "parata militare con ostentazione di simboli e contenuti di ispirazione fascista". Lo stesso sindaco Depaoli ha specificato che, pur non potendo vietare direttamente la manifestazione, si augura che la magistratura proceda per gli eventuali episodi di apologia di fascismo, ricordando che "Sta a tutti coltivare i valori della Repubblica nata dalla Resistenza, perché maturi un tessuto sociale che vaccini dal virus neofascista".