• Pavia:

Distretti industriali vigevanesi, migliora l’export

Il distretto delle calzature di Vigevano ha fatto registrare un’impennata delle esportazioni nel secondo trimestre del 2016, piazzandosi al terzo posto in Lombardia per incremento. +9,8%, che assorbe il dato negativo di inizio anno e porta il 2016 in terreno positivo. In primavera 28 milioni di euro di merce provenienti dal vigevanese sono stati venduti in tutto il mondo. È in leggera crescita anche l’export delle macchine di conceria, sempre nel distretto lomellino. L’incremento è dell’1,6%, e anche in questo caso si riassorbe il dato negativo del trimestre precedente. I risultati, di per sé positivi, non devono però far dimenticare il prezzo pagato dall’industria calzaturiera e meccanica vigevanese negli ultimi anni. La cassa integrazione nel 2016 è fortemente calata: -51,2% nel calzaturiero, addirittura -82,3% nelle macchine di concerie. La cassa straordinaria, però, quella utilizzata per le ristrutturazioni aziendali, rimane altissima, segno di una situazione occupazionale in difficoltà. D’altronde, se stiamo festeggiando un aumento dell’export in questo inizio anno, dobbiamo anche valutare il raffronto con i livelli pre-crisi: per le macchine da conceria c’è ancora da recuperare un 4,2%; l’export di calzature, rispetto al 2008, è invece sotto del 25,3%.