• Pavia:

Picchia la compagna e minaccia di portare via il bambino: arrestato

Sono state giornate da incubo per una giovane originaria dell’Est Europa residente in una zona semicentrale di Pavia. Tutto era iniziato nella notte fra sabato e domenica quando il compagno, un tunisino 29enne con precedenti, l’aveva aggredita e picchiata, arrivando ad accoltellarla al braccio e a minacciare di portare via il loro bambino di pochissimi mesi. L’altra notte l’uomo si è presentato all’abitazione dove la compagna vive con i famigliari e il piccolo, e ha sfondato la porta colpendo con dei calci la serratura. Una volta dentro si era impossessato di un coltello da cucina. Nell’appartamento è stato il fuggi fuggi: la compagna del tunisino non era presente. La sorella si è rifugiata in camera con i suoi due bambini; la madre è scappata dai vicini, mentre l’uomo continuava a dare in escandescenza affrontato da un altro parente della compagna. Qualcuno nel frattempo era riuscito a chiamare la polizia. Gli agenti al loro arrivo hanno trovato il 29enne in evidente stato di agitazione, intento a minacciare di ammazzare tutti. Avrebbe anche minacciato di bruciare la casa con una tanica di benzina. I poliziotti lo hanno ammanettato e portato in questura. Sarà processato per direttissima.