• Pavia:

Caso Asm Pavia, Chirichelli a processo con rito ordinario il 25 maggio

Inizierà fra una settimana esatta il processo all’ex presidente di Asm Pavia Giampaolo Chirichelli. Questa mattina la difesa di Chirichelli ha confermato che il suo assistito non sceglierà il rito abbreviato, ma si sottoporrà a un normale dibattimento. Questa quindi la strategia difensiva dell’ex presidente, accusato di peculato per via della sparizione di 1,8 milioni di euro dalle casse dell’azienda di via Donegani. Le accuse nei confronti di Chirichellii si basano in particolare per le firme su assegni e mandati di pagamento, che secondo la tesi della procura gli conferiscono un ruolo nel dirottamento di soldi su conti correnti intestati all’ex direttore amministrativo Pietro Antoniazzi. Chirichelli questa mattina non era in aula. La prima udienza del dibattimento, come detto, si terrà mercoledì, mentre poi si procederà ogni lunedì secondo un calendario piuttosto fitto. Ricordiamo che a questo punto si è arrivati dopo che la procura aveva chiesto e ottenuto il giudizio immediato, in virtù della gravità degli indizi di colpevolezza. Gli altri imputati nel medesimo procedimento, Luca Filippi e Claudio Tedesi, hanno scelto il rito abbreviato, mentre Pietro Antoniazzi ha chiesto di patteggiare quattro anni e quattro mesi.