• Pavia:

Uccise il fratellastro, patteggia tre anni

Ha patteggiato tre anni di carcere Ugo Gaigher, 48 anni, l'uomo accusato di avere ucciso a martellate il fratellastro 40enne Luigi Venuto al termine di un violento litigio nella loro abitazione di Samperone, frazione di Certosa di Pavia. Era il giugno del 2015 quando i carabinieri di Pavia avevano messo le manette al 48enne, a poche ore dall'omicidio. Gaigher aveva spiegato di essersi solo difeso dall'aggressione del fratellastro che si era presentato ubriaco al termine di una serata e che lo aveva minacciato con un coltello. Il 48enne lo aveva allora colpito più volte con un martello all'interno del piccolo garage dell'abitazione: una volta resosi conto di aver ucciso Luigi, Ugo aveva aspettato il ritorno a casa dei genitori e si era poi consegnato spontaneamente alle forze dell'ordine. Nel corso del processo è stato ricostruito il difficile rapporto tra i due fratelli: Luigi Venuto era piuttosto conosciuto in paese, così come era nota la sua passione per l'alcol. Ma quella sera di giugno si era spinto troppo oltre, causando un litigio che si era trasformato in tragedia. L'accusa per l'imputato è stata successivamente modificata da omicidio volontario a omicidio colposo con l’eccesso di legittima difesa. Gaigher, che aveva già passato 9 mesi agli arresti domiciliari, dovrà ora scontare due anni e tre mesi: la pena potrebbe ora venire commutata in un periodo di affidamento ai servizi sociali.