• Pavia:

Ruba i soldi delle mance dal negozio della parente

Si era presentato nel locale in pieno giorno, come se niente fosse, e si era subito diretto a un contenitore per le mance che aveva svuotato con eccessiva naturalezza. Protagonista di questo furto particolare un 30enne pavese, che martedì mattina ha preso di mira un negozio di acconciature di proprietà di una sua parente a Pavia: l'uomo, dopo aver preso i soldi del contenitore, si era poi diretto verso la cassa, ma era stato fermato da una dipendente. Irritato, l'aveva spintonata e guardata poi con fare minaccioso, prima di uscire ed allontanarsi a piedi. Alla proprietaria, nonostante il legame di parentela che esiste tra i due, non era rimasto altro da fare che chiamare la polizia. Gli agenti, dopo qualche ora, hanno individuato il 30enne nei pressi della stazione, dove lo hanno bloccato per poi condurlo in questura. Per il 30enne, già noto alle forze dell'ordine, è scattata una denuncia a piede libero per rapina, visto che non si era limitato a prendere semplicemente i soldi delle mance. L'epilogo scontato di un colpo messo a segno forse nell'unico negozio dove poteva facilmente venire riconosciuto.