• Pavia:

Muore travolto dal treno a Villamaggiore: è l’ennesima tragedia in quel tratto

È ancora la stazione di Villamaggiore, fra Siziano e Lacchiarella, a finire al centro delle cronache per una tragedia sui binari. Alle 22.30 di lunedì sera un uomo è morto, travolto dal treno in arrivo. La vittima sarebbe stata colpita dal convoglio soltanto di striscio, ma tanto è bastato per fargli perdere la vita. Il decesso sarebbe avvenuto sul colpo, niente da fare per i medici del 118 immediatamente intervenuti con un’automedica da Pavia e un’ambulanza della Croce Rossa di Opera. La circolazione dei treni è stata interrotta per permettere alla Polizia Ferroviaria di procedere con i rilievi del caso. La dinamica potrebbe far pensare a un incidente, ma non è stata esclusa la pista del gesto volontario. I treni hanno ripreso a viaggiare sulla linea S13 dopo circa due ore. La vittima non aveva con sé i documenti, sono in corso le indagini per arrivare all’identificazione. Si tratta della terza persona morta alla stazione di Villamaggiore negli ultimi due anni. È ancora vivo infatti il ricordo di Christian Corazza, il 17enne di Certosa di Pavia travolto da un treno nel pomeriggio dello scorso 12 aprile. Il 23 marzo 2014 un altro 17enne, sempre di Certosa, era morto dopo essere stato investito da un treno sugli stessi binari. Al lungo elenco delle vittime va poi aggiunta una giovane donna di origini africane, che camminava sui binari fra Certosa e Villamaggiore nella notte fra il 27 e il 28 febbraio 2013: fu ritrovata morta in circostanze mai chiarite, anche lei probabilmente travolta da un treno.